5 Cose da non fare sui social network

Ci sono almeno 5 cose che hanno il potere di distruggere un’attività di social media marketing e che rendono vano il tempo impiegato a studiare buoni contenuti e una strategia di digital marketing. Non vogliamo essere troppo dure ma vogliamo incoraggiarvi a seguire e applicare la filosofia del “Less is more” meglio pochi contenuti di qualità che tanti inesatti o poco curati.

Dopo anni di esperienza possiamo tranquillamente sottolineare alcuni degli errori più comuni che vengono commessi da utenti inesperti e alle prime armi, se state leggendo questo post sicuramente farete attenzione a quello che stiamo per dirvi.

 

1 ABUSO DI HASHTAG

Dlin-dlon, comunicazione di servizio: utilizzare 40 hashtags produce inquinamento visivo e finirà per sminuire i vostri contenuti. Non solo usare troppi hashtag dichiara apertamente le vostre intenzioni di ottenere più likes piuttosto che prediligere la qualità, ma in alcuni casi, gli infiniti hashtag con sui spoilerate le bacheche altrui, non sono neanche funzionanti, come ad esempio se li usate su LinkedIn.

 

2 POSTARE A MITRAGLIETTA

No. E’ sbagliato, profondamente sbagliato. Anche se la tentazione è forte e vi farà alleggerire la coscienza per non aver postato contenuti da troppo tempo, questa attività produrrà il risultato opposto. Invadere le bacheche altrui dovrebbe essere considerato spamming a tutti gli effetti, ed è così che verrà percepito da chi vi segue. Se continuerete probabilmente non vi seguiranno più in breve tempo.

 

3 AUTO POSTING

Aziende, privati, social media manager alle prime armi o social media manager amatoriali, smettetela subito o ve ne pentirete!

L’auto-posting che da una piattaforma posta sulle altre è deleterio. Ogni social network ha un proprio messaggio da consegnare, un proprio linguaggio da usare e le proprie regole da seguire. Ecco il nostro suggerimento: non uniformare i post. Ogni canale richiede un messaggio unico, diretto, studiato per colpire chi abitualmente naviga e utilizza ogni giorno un social network e vuole davvero usarlo al meglio.

 

4 ELEMOSINARE LIKES O FOLLOWING

Sì, elemosinare è il termine giusto. Se chiederete ad uno o più utenti di seguirvi, sminuirà la vostra posizione e vi auto-catalogherete come mendicanti di likes. Ve la sentite? No dai!

I vostri contenuti meritano più rispetto, fatevi conoscere perché avete qualcosa da dire e non incappate nel “likesforlikes” mood.

 

5 AVERE UN ACCOUNT PRIVATO

Ottenere likes e followers sarà difficile se non darete la possibilità di dare un occhiata ai vostri contenuti. Se il vostro account è privato, sarà matematicamente riservato alle persone che conoscete e non vi darà la possibilità di farvi raggiungere da nuovi utenti. Pensateci su se il vostro account rappresenta la vostra attività, brand o servizio. Iniziate a dialogare con il mondo e metteteci la faccia!

Comments: 3

Post a Comment

Leggi l'informativa sulla privacy cliccando sul link dedicato maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi